I salumi vanno veramente evitati ?
 

 

 



Anche in questo caso , gli studi che dicono che chi mangia salumi aumenta il proprio rischio di cancro del colon, provengono generalmente dalla America o dalla Europa settentrionale.

Avete mai visto i salumi americani o scandinavi ? Li avete assaggiati ‘ Avete letto gli ingredienti riportati sulla confezione ?

La maggior parte dei salumi di cui si parla in questi studi sono prodotti completamente industriali, cioŔ un miscuglio, certamente saporito di grassi, di nitriti e , di sale, di coloranti e aromi artificiali. E sappiamo che i grassi , i nitriti e i nitrati sono veri e propri cancerogeni.

Ma che relazione hanno con i nostri salumi di produzione artigianale ? Che cosa hanno in comune un trancio di prosciutto cotto sotto vuoto prodotto negli Stati Uniti e un trancio del nostro prosciutto con l’osso cotto al vapore.

Nessuna.

Ancora una volta quello che Ŕ vero oltre Atlantico e nell’Europa settentrionale non lo Ŕ necessariamente da noi.
Questo non vuol dire che il suo consumo sia raccomandabile se si tratta di mangiarne troppo spesso o se i prodotti sono di cattiva qualitÓ.

Generalmente i nostri artigiani rispettano il loro territorio e i loro animali, che vengono allevati mediamente in modo decoroso, seguendo metodi spesso tradizionali, e che hanno dato prova di essere relativamente innocui ; di conseguenza, possiamo considerare questi prodotti, se li sappiamo scegliere, come prodotti di qualitÓ e che, se consumati con moderazione, non sono necessariamente nocivi dal punto di vista del cancro.